Detrattori cercasi

Annunci
berceto

berceto

Signor direttore,
a volte, come Sindaco, dai detrattori di professione, che ci sono e continuano ad esserci nonostante gli obiettivi successi raggiunti in questi pochi mesi, sono criticato perché a molte manifestazioni lascio rappresentare il Comune dagli assessori: Gabriella Brusini V. Sindaco in tutte le manifestazioni turistiche; Jasoni Daniela in tutte le iniziative legate alla politica sociale compreso l’inaugurazione delle autoambulanze; Irene Pivetti a tutto quanto concerne l’occupazione e la formazione professionale e Michele Bandini per tutte le iniziative del settore giovanile. In occasione di un raduno degli alpini il compito di portare la fascia tricolore è stato affidato, addirittura, ad un consigliere comunale; Claudio Donnini Alpino.

Un amministratore, un sindaco, a mio avviso, è vincente se ha una squadra e una squadra che lavora con armonia.

Fosse per me lascerei volentieri, essendo legale, i matrimoni civili al nostro poeta Franco Pesci che con la fascia tricolore farebbe la sua bella figura. In alcuni casi, invece, sono criticato perché presiedo, come Sindaco, con la fascia tricolore. E’ successo oggi durante la Santa Messa concelebrata da diversi sacerdoti e sua eccellenza il Vescovo per ricordare la loro ordinazione avvenuta 50 anni orsono.

Tra questi ben tre provengono da Berceto: Don Dante Agnetti; Don Franco Agnetti e Don Giorgio Laurenti. Il vescovo e i tre sacerdoti mi hanno pubblicamente ringraziato per la presenza ufficiale del Comune di Berceto mentre i soliti mi hanno, al contrario, criticato. Gli stessi, tra l’altro, che il giorno della Madonna delle Grazie avevano criticato la mia presenza in processione senza fascia. E’ bene assicurare che sono poco interessato alle critiche di questi cerimonieri da strapazzo che neppure sanno che in processione la fascia va portata solo a quella del Voto perché ricorda non solo una ricorrenza religiosa ma anche una manifestazione civile che coinvolgeva, come da rogito notarile del 1630 tutte le famiglie di Berceto.

Oggi ho messo la fascia per rendere merito a tre sacerdoti bercetesi. L’ho fatto anche perché ricordavo la gioia che aveva provato mio zio Don Giuseppe (13 aprile 1914 10 ottobre 1998) nella giornata del suo cinquantesimo avendo modo, grazie alla sua gioia, di capire quanto sia bello e importante per un sacerdoti questa ricorrenza. L’ho fatto perché costato l’importanza, soprattutto nei piccoli paesi di montagna, di poter contare su un sacerdote che tiene aperta, almeno nei giorni di festa, la chiesa, riunisce la comunità, celebra Messa. L’ho fatto perché credo che molti preti tra quanti conosco aspirino all’ideale di prete che è superbamente racchiuso in questo scritto anonimo: “Un prete dovrebbe essere semplice come un operaio e nobile come un re, un uomo che si è battuto con Dio, un rabbino della Parola di Dio, un peccatore perdonato da Cristo e dalla gente, un servo di chi non viene in chiesa, uno che si curva davanti ai poveri e non si abbassa davanti ai potenti, discepolo del suo Signore e compagno delle gioie e dei dolori del suo gregge, un mendicante ma non per sè, uno che serve gratis, un uomo-battaglia, una madre per proteggere gli ammalati, teso al culto pasquale, ma con i piedi per terra, fatto per la gioia ma esperto nel soffrire, che parla con franchezza, amico della pace ma nemico della pigrizia” E’ con l’auspicio, come Sindaco di Berceto, che i miei “nobili” compaesani: Don Giorgio, Don Dante, Don Franco abbiano sempre cercato di comportarsi in questo modo che auguro loro ogni bene e che proprio per questo ho voluto presenziare alla loro grande festa mettendo la fascia tricolore. La stragrande maggioranza dei bercetesi ha capito e apprezzato.

Scritto da Luigi Lucchi

Di la tua:

Abbiamo parlato anche di:

Amici e Sentimenti Annunci Attualità e Società Casa e Giardino Cellulari e Telefonia Cibi e Bevande Cinema Città Dibattito diMartedì Eco e Natura Economia e Finanza Editoriale Feste ed Eventi Foto Fun Guide Internet e Tecnologia Intrattenimento Lavoro Moda e Bellezza Motori Musei Musica Parma PodCast Politica Salute e Benessere Scienza Scrittori e Artisti Sport Trailer Turismo e Viaggi Tv Utilità Valtaro
AmiciAmici (www.amiciamici.com) è un © di Gian Marco Tedaldi. Non vi è una periodicità fissa, gli aggiornamenti avvengono quando si ha materiale, tempo e voglia. Non ci si assume la responsabilità per inesattezze o per danni derivati dall'uso di questo sito. Inoltre i collegamenti a siti esterni, i contenuti reperiti da altri siti e/o i video proposti non sono collegati a questo sito e non ne condividono per forza le idee e le convinzioni. Non ci si assume le responsabilità di violazioni a leggi o copyright da parte di terze parti inserite come contenuti aggiuntivi a questo sito. Ogni autore, sia di articoli che di commenti, si assume ogni responsabilità civile e penale di quanto scritto.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.

Con il contributo di BKTPGroup.com Web Agency a Parma offre la sua consulenza su Social Network, SEO, WordPress, Magento, E-Commerce e marketing

Made with in ValTaro