E’ giusto uccidere Saddam Hussein?

Attualità e Società

Saddam HusseinMi sveglio. Lascio mia moglie nel letto, il tempo è grigio e piovigginoso. Penso che debbo sbrigarmi, altrimenti faccio tardi in ufficio. Esco dal bagno. Mi infilo frettolosamente camicia e pantaloni, indosso la giacca ed esco. Poi scosso da un brivido di freddo, mi abbottono per bene il cappotto. Novembre comincia a farsi sentire. Guardo l’orologio e realizzo che faccio ancora in tempo per un cappuccino prima di prendere l’autobus. Al bar sfoglio un giornale della free pass. In prima pagina la foto di Saddam Hussein, condannato a morte.

Mi sembra di scorgere sul suo volto lacrime brevi, purificatrici, che sanno d’odio. Occhi di velluto blu. Ciglia lunghe e folte. Ridicolo.

Certamente sbaglio, come fa un uomo così a piangere?

Un uomo pericoloso.

Un uomo disperato.

Un uomo capace di forti sentimenti.

Di grande lealtà solo verso i suoi uomini.

Un uomo amareggiato, distrutto dalle circostanze.

Guardo da un’altra parte, imbarazzato.

Per farla corta, una splendida canaglia piena di carisma.

Per tutto il viaggio rimugino su questo fatto.

Arrivo in ufficio.

Penso: sicuramente nel 2006 una società civile non può accettare la pena di morte, come se fossimo ancora in pieno medioevo.

Anche se si tratta di un assassino.

Come Saddam Hussein.

Precisamente torno a casa.

Prima di cena mi concedo un gin and tonic, in poltrona.

Notevole.

Ho una gran fame questa sera.

Divoro i tonnarelli mare e monti di mia moglie.

Mi spiace tanto per chi avrà sulla coscienza l’omicidio di Saddam.

Io non c’entro niente.

Come ha detta una volta in televisione Pippo Baudo: “Mi dissocio!”

Beh, non ho molto altro da dire.

Tutto qui.

Scritto da Mario Pulimanti (Lido di Ostia -Roma)

Di la tua:

Abbiamo parlato anche di:

Amici e Sentimenti Annunci Attualità e Società Casa e Giardino Cellulari e Telefonia Cibi e Bevande Cinema Città Dibattito diMartedì Eco e Natura Economia e Finanza Editoriale Feste ed Eventi Foto Fun Guide Internet e Tecnologia Intrattenimento Lavoro Moda e Bellezza Motori Musei Musica Parma PodCast Politica Salute e Benessere Scienza Scrittori e Artisti Sport Trailer Turismo e Viaggi Tv Utilità Valtaro
AmiciAmici (www.amiciamici.com) è un © di Gian Marco Tedaldi. Non vi è una periodicità fissa, gli aggiornamenti avvengono quando si ha materiale, tempo e voglia. Non ci si assume la responsabilità per inesattezze o per danni derivati dall'uso di questo sito. Inoltre i collegamenti a siti esterni, i contenuti reperiti da altri siti e/o i video proposti non sono collegati a questo sito e non ne condividono per forza le idee e le convinzioni. Non ci si assume le responsabilità di violazioni a leggi o copyright da parte di terze parti inserite come contenuti aggiuntivi a questo sito. Ogni autore, sia di articoli che di commenti, si assume ogni responsabilità civile e penale di quanto scritto.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.

Con il contributo di BKTPGroup.com Web Agency a Parma offre la sua consulenza su Social Network, SEO, WordPress, Magento, E-Commerce e marketing

Made with in ValTaro