Surroga del Mutuo: nel 2019 è boom. Tutti i Dettagli

Economia e Finanza

Un costo del denaro realmente ai minimi storici ma soprattutto una politica espansiva che la Bce ha annunciato, hanno di fatto riaperto la richiesta di surroga al mutuo e di altre possibilità offerte dal mercato a coloro che intendono acquistare casa accendendo un mutuo. Nel 2019 è stato un boom di surroghe: vediamo insieme tutti i dettagli.

La terza ondata di surroghe

Quella a cui stiamo assistendo, è la terza ondata di surroghe, dopo quella 2014/2015 e quella 2017/2018. Tutti questi range temporali hanno un fattore in comune, ovvero la discesa dei tassi di interesse. Tale condizione ha ovviamente invogliato coloro che già pagano un mutuo, a rivedere le loro condizioni di finanziamento con il proprio istituto creditizio, o eventualmente sceglierne uno nuovo dove effettuare il trasferimento del mutuo.

Surroghe: tutti i numeri

L’inizio di questo 2019 aveva fatto registrare una diminuzione delle surroghe a favore dei tradizionali mutui prima casa. Tra agosto e settembre però, la situazione è mutata notevolmente, e si è assistito ad una vera e propria esplosione di richieste di surroghe, cresciute fino al 68,1% del terzo trimestre contro un picco massimo dei due trimestri precedenti del 38,3%. La quasi totalità di tali surroghe, deriva dalle richieste di migrazione verso il tasso fisso. Alcune persone sono già arrivate anche alla seconda o addirittura terza operazione di surroga.

C’è un fattore che però deve essere analizzato attentamente da coloro che sono interessati ad una surroga del mutuo, ed è dato dalla variabile temporale. Le condizioni migliori di un preciso periodo difatti, potrebbero non essere le medesime dopo uno o due mesi, quando il trasloco del mutuo sarà avvenuto a tutti gli effetti. Tale aspetto, è di fondamentale importanza per determinare il risparmio effettivo che si può trarre dalla surroga, e se trascurato potrebbe annullarne i benefici. Facendo un esempio più concreto, chi ha preso l’importante decisione di surrogare a settembre, ha probabilmente fatto uno degli affari più convenienti della propria vita, perché ha potuto accedere a tassi che praticamente non avevano avuto precedenti nel mercato. Durante tale mese i tassi Eurirs erano difatti negativi, ma ad oggi sono già risaliti di circa lo 0,4%.

Surroga del mutuo: tempi, modalità e costi

La surroga deve concretizzarsi entro 30 giorni lavorativi dalla comunicazione ufficiale della banca che subentra nel mutuo. Nel caso dovesse verificarsi un ritardo, questa è tenuta al risarcimento del cliente, nella misura dell’1% del finanziamento per ogni mese o frazione di tale ritardo. Il finanziatore originario in questi casi ha di fatto una responsabilità oggettiva, quindi il cliente può rivalersi su di esso, ed alla banca originaria spetterà l’onere di farlo su quella nuova. Il decreto Bersani, come riporta il sito http://www.mutuoprimacasaonline.it, ha stabilito che l’operazione di surroga sia del tutto gratuita per il cliente, e che quindi non siano previsti costi aggiuntivi o penali alcune, di qualsiasi natura. Per dirla più semplicemente, l’estizione del mutuo presso la vecchia banca non comporterà alcun costo aggiuntivo per il cliente, nemmeno per le spese del notaio, in questo caso a carico del nuovo istituto creditizio.

È opportuno precisare come la nuova banca non possa imporre alcun tipo di assicurazione al cliente, come quella scoppio e incendio, e neppure l’apertura di un nuovo conto corrente. Questo perché il decreto Salva Italia 201/2011 ha stabilito che obbligare il cliente, nel momento in cui viene aperto un mutuo, a sottoscrivere una polizza assicurativa oppure aprire un conto corrente, è da ritenersi come pratica commerciale scorretta.

Di la tua:

Abbiamo parlato anche di:

Amici e Sentimenti Annunci Attualità e Società Casa e Giardino Cellulari e Telefonia Cibi e Bevande Cinema Città Dibattito diMartedì Eco e Natura Economia e Finanza Editoriale Feste ed Eventi Foto Fun Guide Internet e Tecnologia Intrattenimento Lavoro Moda e Bellezza Motori Musei Musica Parma PodCast Politica Salute e Benessere Scienza Scrittori e Artisti Sport Trailer Turismo e Viaggi Tv Utilità Valtaro
AmiciAmici (www.amiciamici.com) è un © di Gian Marco Tedaldi. Non vi è una periodicità fissa, gli aggiornamenti avvengono quando si ha materiale, tempo e voglia. Non ci si assume la responsabilità per inesattezze o per danni derivati dall'uso di questo sito. Inoltre i collegamenti a siti esterni, i contenuti reperiti da altri siti e/o i video proposti non sono collegati a questo sito e non ne condividono per forza le idee e le convinzioni. Non ci si assume le responsabilità di violazioni a leggi o copyright da parte di terze parti inserite come contenuti aggiuntivi a questo sito. Ogni autore, sia di articoli che di commenti, si assume ogni responsabilità civile e penale di quanto scritto.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.

Con il contributo di BKTPGroup.com Web Agency a Parma offre la sua consulenza su Social Network, SEO, WordPress, Magento, E-Commerce e marketing

Made with in ValTaro