Storia del lampadario: usi, costumi e tradizioni del passato

Utilità

Vi siete mai chiesti qual è la vera storia dei lampadari? Senza dubbio, questi oggetti d’arredo servivano ad illuminare gli ambienti e le abitazioni durante le ore notturne e non solo. All’inizio, erano composti da una serie di candele poggiate sulle cosiddette “braccia” del lampadario e veniva già da allora fissato al soffitto di una stanza. Certamente non venivano acquistati in rete, presso siti che si occupavano di lampadari online o offerte, però allo stesso modo riscuotevano un certo successo tra il pubblico.
Ma qual è il percorso di sviluppo di un elemento d’arredo così importante come il lampadario? Scopriamolo.

Lampadari nel Medioevo

Nel Medioevo i lampadari erano una vera e propria forma d’arte. Infatti, erano in bronzo e con braccia mobili e venivano utilizzati per illuminare in particolar modo castelli e luoghi di potere. A quel tempo, esistevano 3 tipi di lampadari: quelli a olio, quelli a candele e i phara-canthara, che non erano altro che l’unione di quelli a olio e candele.

Lampadari in Età Moderna

In Età Moderna si assiste ad un cambiamento molto importante. Si passa, infatti, dai lampadari mobili a quelli più rigidi, suddivisi sempre in diversi bracci ma molto più decorati con ornamento o simboli caratteristici. Oltre alla forma, cambiano anche i materiali che vengono utilizzati: si passa dal bronzo medievale al ferro e all’ottone. Nel Rinascimento, i lampadari cominciano ad essere più semplici, cioè a poche luci e a volte addirittura ad una sola.

Arrivo della luce elettrica

Uno dei cambiamento più importanti nella storia dei lampadari è senza dubbio l’avvento della luce elettrica nel 1880. In questo caso, non cambia solo il tipo di alimentazione dell’oggetto ma anche la sua struttura. I lampadari divengono ben presto oggetti di design, curati in ogni minimo dettaglio. Ogni impresa comincia a produrre lampadari sulla base delle esigenze della clientela, osando e superando ogni limite imposto nel passato. Si diffondono, ad esempio, i lampadari murali, cioè presenti sul soffitto ma privi di fili, quindi non appesi. Cambia anche la tipologia di luce: non più accesa e abbagliante ma anche soffusa, per certi versi più delicata, perfetta per stanze dove vivere momenti di relax.

Di la tua:

Abbiamo parlato anche di:

Amici e Sentimenti Annunci Attualità e Società Casa e Giardino Cellulari e Telefonia Cibi e Bevande Cinema Città Dibattito diMartedì Eco e Natura Economia e Finanza Editoriale Feste ed Eventi Foto Fun Guide Internet e Tecnologia Intrattenimento Lavoro Moda e Bellezza Motori Musei Musica Parma PodCast Politica Salute e Benessere Scienza Scrittori e Artisti Sport Trailer Turismo e Viaggi Tv Utilità Valtaro
AmiciAmici (www.amiciamici.com) è un © di Gian Marco Tedaldi. Non vi è una periodicità fissa, gli aggiornamenti avvengono quando si ha materiale, tempo e voglia. Non ci si assume la responsabilità per inesattezze o per danni derivati dall'uso di questo sito. Inoltre i collegamenti a siti esterni, i contenuti reperiti da altri siti e/o i video proposti non sono collegati a questo sito e non ne condividono per forza le idee e le convinzioni. Non ci si assume le responsabilità di violazioni a leggi o copyright da parte di terze parti inserite come contenuti aggiuntivi a questo sito. Ogni autore, sia di articoli che di commenti, si assume ogni responsabilità civile e penale di quanto scritto.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.

Con il contributo di BKTPGroup.com Web Agency a Parma offre la sua consulenza su Social Network, SEO, WordPress, Magento, E-Commerce e marketing

Made with in ValTaro