Warning: mysql_num_fields() expects parameter 1 to be resource, boolean given in /web/htdocs/www.amiciamici.com/home/wp-includes/wp-db.php on line 3288
Pneumatici, in arrivo l’invasione asiatica sul mercato

Pneumatici, in arrivo l’invasione asiatica sul mercato

Motori

Tastiamo un po’ il polso al settore degli pneumatici nel mondo: ecco la classifica aggiornati dei 20 più importanti brand produttori di gomme, ma anche alcune interessanti novità che arrivano dagli studi sul comparto.

Dopo anni di crisi, sembra tornato il sereno sul fronte delle immatricolazioni auto, mentre quello della produzione di pneumatici continua a balbettare, con un segno “meno” che porta il volume d’affari su un complessivo ammontare di 160,1 miliardi di dollari, un valore di mercato che tocca i livelli del 2010. Le conferme arrivano dagli studi di settore, ovviamente, ma soprattutto dall’aggiornamento annuale della classifica delle prime 20 aziende che dominano il comparto della produzione a livello mondiale, stilata come di consueto dalla rivista Tire Business aggregando i dati dei fatturati relativi all’anno precedente.

Sguardo alla classifica. In realtà, il podio resta immutato ormai da un bel po’ di tempo, senza particolari scossoni: per la precisione, è da ben 8 anni che in testa resta saldamente al comando il colosso giapponese della Bridgestone, forte di introiti che derivano non solo dal settore pneumatici in senso stretto (che pure ha fatturato nel 2015 la somma di 24 miliardi di dollari), ma anche dagli altri comparti in cui il gruppo è attivo. Discorso differente per la casa che si piazza sul secondo gradino, ovvero la Michelin: per la società francese, infatti, la “gomma” rappresenta il 98 per cento degli affari totali, a quota 22,1 miliardi di dollari. Onorevole medaglia di bronzo per un altro specialista esclusivo di pneumatici, ovvero la Goodyear, che però è molto staccata a quota 14,8 miliardi di dollari.

Movimenti in top ten. Rispetto all’ultima rilevazione non cambia la composizione della top ten, visto che al quarto posto troviamo il colosso tedesco Continental, che nel 2015 ha complessivamente registrato vendite pari a 10,8 miliardi di dollari, e poi la storica azienda italiana (ma ormai multinazionale) Pirelli, quinta in graduatoria con 6,93 miliardi di dollari. Subito dopo assistiamo alla prima novità, ovvero il sorpasso tutto “asiatico” tra il gruppo Sumitomo e Hankook; i coreani, infatti, sono stati sopravanzati (seppur di poco, 6,05 contro 5,91) dal brand giapponese, che si fa forza sia della distribuzione dei prodotti Falken, sia di quelli a marchio Dunlop (partnership attiva nei mercati extra-Ue ed extra-Usa), oltre che degli scenari dell’economia internazionale e, in particolare, del vantaggioso cambio tra yen ed euro. A chiudere i primi dieci posti troviamo poi ancora un produttore giapponese, ovvero Yokohama (4,15), il taiwanese Maxxis International (3,85) e la cino-indonesiana Giti Tire, che riconquista la decima piazza, già ottenuta nel 2014, ai danni di Cooper Tire. Secondo gli esperti della rivista, queste 10 aziende rappresentano in totale il 63% delle vendite mondiali di pneumatici nel 2015.

Ondata asiatica. Le aziende asiatiche, come Kumho, Toyo e la new entry Double Coin, recentemente rilevata dal gruppo chimico Huayi di Shanghai, danno segnali positivi di crescita nelle posizioni dalla 10 alla 20, e soprattutto testimoniano una delle tendenze del mercato attuale, ovvero la “orientalizzazione” della scena globale. Anzi, secondo il rapporto “Global Tire Market Forecast & Opportunities, 2021” realizzato dagli esperti di Research and Markets, nei prossimi cinque anni l’Asia continuerà a dominare il mercato globale degli pneumatici, sia come domanda che come offerta. Uno scenario dovuto sia alla crisi dell’Eurozona che, soprattutto, all’afflusso crescente sul mercato di produttori provenienti dall’Asia, Cina in testa, che conquistano i consumatori anche attraverso una competizione sul prezzo.

Occhio non solo al prezzo. Inutile negare, infatti, che il costo del prodotto resta uno dei primi fattori cui l’automobilista bada al momento dell’acquisto, forse in maniera anche più decisiva rispetto alla storia e al nome del brand. In questo senso, a ristabilire le cose e svincolare dalle semplici valutazioni legate al risparmio è stata anche la nuova frontiera dell’ecommerce e la diffusione di portali come Euroimport Pneumatici, che hanno garantito maggiore libertà di scelta ai clienti, garantendo l’acquisto di pneumatici online non solo dei brand più emergenti, ma anche modelli di marche premium a prezzi vantaggiosi.

Di la tua:

Abbiamo parlato anche di:

Amici e Sentimenti Annunci Attualità e Società Casa e Giardino Cellulari e Telefonia Cibi e Bevande Cinema Città Dibattito diMartedì Eco e Natura Economia e Finanza Editoriale Feste ed Eventi Foto Fun Guide Internet e Tecnologia Intrattenimento Lavoro Moda e Bellezza Motori Musei Musica Parma PodCast Politica Salute e Benessere Scienza Scrittori e Artisti Sport Trailer Turismo e Viaggi Tv Utilità Valtaro
AmiciAmici (www.amiciamici.com) è un © di Gian Marco Tedaldi. Non vi è una periodicità fissa, gli aggiornamenti avvengono quando si ha materiale, tempo e voglia. Non ci si assume la responsabilità per inesattezze o per danni derivati dall'uso di questo sito. Inoltre i collegamenti a siti esterni, i contenuti reperiti da altri siti e/o i video proposti non sono collegati a questo sito e non ne condividono per forza le idee e le convinzioni. Non ci si assume le responsabilità di violazioni a leggi o copyright da parte di terze parti inserite come contenuti aggiuntivi a questo sito. Ogni autore, sia di articoli che di commenti, si assume ogni responsabilità civile e penale di quanto scritto.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.

Con il contributo di BKTPGroup.com Web Agency a Parma offre la sua consulenza su Social Network, SEO, WordPress, Magento, E-Commerce e marketing

Made with in ValTaro