Come arredare lo spogliatoio di un centro sportivo

Lavoro
spogliatoio

spogliatoio

Spesso il successo di un centro sportivo lo fanno i piccoli dettagli come ad esempio il servizio di accoglienza dei clienti, la pubblicità o… gli spogliatoi.

Esatto, perché anche gli spogliatoi hanno la loro funzione nel far sentire i soci di un’attività sportiva a loro agio e quindi nel decretare il successo o l’insuccesso di un’attività come una palestra, che è in fondo un’attività commerciale come un’altra (deve cioè vendere!).

Oggi le palestre soffrono per la crescente concorrenza e la presenza sul mercato di competitor di grandi dimensioni o addirittura appartenenti a grosse multinazionali. Per far fronte a questa situazione ed emergere nonostante crisi e competitor, bisogna pensare a tutto, spogliatoi compresi!

Ma com’è fatto uno spogliatoio “di successo”? Per prima cosa, è arredato con cura. Ci sono alcuni elementi che non devono assolutamente mancare: armadi spogliatoio, ovvero strutture in legno o metallo in cui i soci di una palestra possano riporre i propri oggetti personali come borse, cappotti, indumenti o oggetti di valore. Se l’armadio è dotato di un sistema di chiusura sicuro (esempio una chiusura a combinazione) è anche possibile lasciare oggetti di valore come cellulari e portafogli. In alternativa, comunque esistono armadietti portavalori, con dei box più piccoli per riporre solo gli oggetti di valore (chiavi, portafogli, cellulare etc.).

Indispensabili in uno spogliatoio sono anche le panche per sedersi, appoggiare indumenti e oggetti mentre ci si cambia o ci si riveste prima e dopo la doccia. Le panche migliori sono quelle che hanno un appendiabiti incorporato e un ripiano superiore su cui appoggiare il borsone.

Infine, nello spogliatoio sono d’obbligo specchi, prese per il phon, mensole per appoggiare flaconi e asciugacapelli, asciugacapelli a muro.

Oltre agli arredi curati, uno spogliatoio comodo si riconosce anche per igiene, pulizia e temperatura gradevole. Lasciare troppo freddo o troppo caldo uno spogliatoio significa creare un disagio ai soci, che si stuferanno ben presto di frequentare la palestra e forse non rinnoveranno l’abbonamento. Così, anche la temperatura dell’acqua delle docce deve essere tenuta sempre al livello giusto per evitare disagi.

Infine, in uno spogliatoio non deve mancare la musica in filodiffusione, tenuta ad un volume basso per non disturbare.

Di la tua:

Abbiamo parlato anche di:

Amici e Sentimenti Annunci Attualità e Società Casa e Giardino Cellulari e Telefonia Cibi e Bevande Cinema Città Dibattito diMartedì Eco e Natura Economia e Finanza Editoriale Feste ed Eventi Foto Fun Guide Internet e Tecnologia Intrattenimento Lavoro Moda e Bellezza Motori Musei Musica Parma PodCast Politica Salute e Benessere Scienza Scrittori e Artisti Sport Trailer Turismo e Viaggi Tv Utilità Valtaro
AmiciAmici (www.amiciamici.com) è un © di Gian Marco Tedaldi. Non vi è una periodicità fissa, gli aggiornamenti avvengono quando si ha materiale, tempo e voglia. Non ci si assume la responsabilità per inesattezze o per danni derivati dall'uso di questo sito. Inoltre i collegamenti a siti esterni, i contenuti reperiti da altri siti e/o i video proposti non sono collegati a questo sito e non ne condividono per forza le idee e le convinzioni. Non ci si assume le responsabilità di violazioni a leggi o copyright da parte di terze parti inserite come contenuti aggiuntivi a questo sito. Ogni autore, sia di articoli che di commenti, si assume ogni responsabilità civile e penale di quanto scritto.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.

Con il contributo di BKTPGroup.com Web Agency a Parma offre la sua consulenza su Social Network, SEO, WordPress, Magento, E-Commerce e marketing

Made with in ValTaro