Roma-Ostia: la Freccia del Mare

Attualità e Società
freccia del mare

freccia del mare

Sono un abitante del Lido della Città Eterna.
Lavorando al centro di Roma tutte le mattine prendo il trenino nella stazione di Lido Centro.
Da un paio di anni è entrata in servizio sulla nostra ferrovia Roma-Lido la “Freccia del mare”.
E noi utenti stiamo abbiamo, nostro malgrado, preso confidenza con queste vetture, che comunque non sono state proprio come le avevano descritte.
Non essendoci l’aria condizionata, fa molto caldo dentro i convogli perché i finestrini si aprono a compasso e, specialmente se questi treni sono stati in sosta prolungata nella stazione capolinea della Piramide, è indescrivibile il surriscaldamento delle vetture, ma è ben immaginabile il conseguente disagio per noi sudatissimi pendolari di questi mesi estivi.
Ci sono, oltretutto, pochi posti a sedere.
Mi hanno detto che la “Freccia del mare” è così chiamata perché doveva garantire corse speciali dirette tra la Piramide ed Ostia senza fermate intermedie.
Invece le fermate sono rimaste le stesse.
L’entrata in esercizio della “Freccia del mare” doveva anche ridurre i tempi medi di frequenza sotto i cinque minuti.
Anche queste promesse non sono state mantenute.
E dire che, aumentare la quantità di servizio e migliorarne il comfort, dovevano essere i due obiettivi primari della Società Met.Ro.
Del resto, lo stesso ex Sindaco Veltroni aveva definita un’operazione strategica importante quella di non acquistare nuovi treni, ma di ristrutturare quelli vecchi.
A suo dire un nuovo convoglio della “Freccia del Mare” sarebbe costato 10 milioni di euro, contro i 600.000 euro spesi per la sua rimessa a punto.
A dire il vero, ultimamante sono stati aggiunti tre nuovi treni Caf , dotati di aria condizionata e carrozze intercomunicanti, ma sono una netta minoranza rispetto alle fastidiosissime “Feccie del mare” .
Addirittura si parlava di collegare la Roma Lido con la linea B, in modo che Roma avrebbe finalmente avuto una vera metropolitana del mare che avrebbe collegato Rebibbia ad Ostia.
Come dicevano Mina ed Alberto Lupo: “Parole, parole, parole…”

Scritto da Mario Pulimanti

Di la tua:

Abbiamo parlato anche di:

Amici e Sentimenti Annunci Attualità e Società Casa e Giardino Cellulari e Telefonia Cibi e Bevande Cinema Città Dibattito diMartedì Eco e Natura Economia e Finanza Editoriale Feste ed Eventi Foto Fun Guide Internet e Tecnologia Intrattenimento Lavoro Moda e Bellezza Motori Musei Musica Parma PodCast Politica Salute e Benessere Scienza Scrittori e Artisti Sport Trailer Turismo e Viaggi Tv Utilità Valtaro
AmiciAmici (www.amiciamici.com) è un © di Gian Marco Tedaldi. Non vi è una periodicità fissa, gli aggiornamenti avvengono quando si ha materiale, tempo e voglia. Non ci si assume la responsabilità per inesattezze o per danni derivati dall'uso di questo sito. Inoltre i collegamenti a siti esterni, i contenuti reperiti da altri siti e/o i video proposti non sono collegati a questo sito e non ne condividono per forza le idee e le convinzioni. Non ci si assume le responsabilità di violazioni a leggi o copyright da parte di terze parti inserite come contenuti aggiuntivi a questo sito. Ogni autore, sia di articoli che di commenti, si assume ogni responsabilità civile e penale di quanto scritto.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.

Con il contributo di BKTPGroup.com Web Agency a Parma offre la sua consulenza su Social Network, SEO, WordPress, Magento, E-Commerce e marketing

Made with in ValTaro